Come realizzare un e-commerce? Gli elementi del successo

2 mesi fa  •  Di  •  0 Commenti

Checklist che definisce una linea guida di come realizzare un'e-commerce e di come agire per migliorarne uno esistente.


Come realizzare un e-commerce? Domanda da un milione di dollari alla quale non si può dare una risposta da pochi euro. Può essere utile però cominciare da un elenco di caratteristiche fondamentali che tu stesso puoi verificare negli e-commerce di successo.

Ecco quindi una sorta di checklist che definisce una linea guida utile per chi vuole intraprendere la strada dell’e-commerce o per chi ha già un e-commerce e vuole migliorarlo.

1. Catalogo prodotti e-commerce

In generale si dovrebbe fornire un ampio catalogo. Si dovrebbe fare in modo che il vostro cliente trovi quello di cui ha bisogno.

Far trovare al cliente quello che cerca è il modo migliore per farlo tornare. L’e-commerce deve essere ricco di prodotti. Certo è difficile competere con le grandi realtà ma questa è la linea guida.

Più si opera su una nicchia e minore può essere il numero di prodotti in catalogo ma il concetto è che si deve, nel nostro ambito, garantire una risposta alle necessità del cliente.

2. Funzioni di ricerca e catalogazione

Con ciò si intende una chiara catalogazione dei prodotti e la possibilità di fare ricerche in base a diversi parametri e il supporto grafico e di interfaccia adeguato a tale scopo. Funzioni chiaramente accessibili.

Un’area di input per la ricerca, bella ed evidente come elemento primario dell’interfaccia. Non deve confondersi col resto della grafica o essere relegata a un angolino.

Fornire alternative e suggerimenti.

3. Descrizioni approfondite e curate

Quante volte avrei voluto avere qualche descrizione in più… quando le persone entrano nel vostro shop non trovano un commesso con cui parlare.

Le descrizioni devono perciò essere abbondanti, certo ben organizzate, con una chiara gerarchia: le cose più importanti devono essere più evidenti.

Non deve essere necessario scorrere una pagina intera per trovare quello che interessa ma allo stesso tempo si devono fornire le risposte a tutte le domande più comuni.

Fornite una chat, un telefono, un servizio di risposta email, delle guide semplici.

4. Atteggiamento verso il cliente

A volte si parla troppo del prodotto e poco delle necessità del cliente. Il sito diventa uno sfoggio di qualità piuttosto che essere rivolto a rispondere alle domande/necessità del cliente. In tal senso, un ecommerce, darebbe poca considerazione al cliente e troppa al prodotto.

Cosa significa? Significa che dovete chiedervi cosa cerca il cliente che arriva sul vostro shop. Non siate troppo innamorati del vostro prodotto. Vendete quello che la gente vuole e ascoltatela.

Nelle descrizioni puntate sui vantaggi più che a spiegazioni didascaliche. Spiegate “cosa fa” il prodotto più che “come è fatto”. Non cercate di cambiare l’opinione della gente, abbiatene rispetto.

5. Chiarezza e semplicità dell’e-commerce

Ordine, gerarchia, soluzioni grafiche che permettano di trovare, comprendere e interpretare le informazioni che il cliente cerca e che saranno necessarie all’ordine.

Formato del testo, scelta dei colori, uniformità di stili, spaziature, linguaggio corretto. Italiano scorrevole e semplice.

6. Immagini di ottima qualità

Usare solo immagini di alta qualità. Le foto migliori, se non avete una attrezzatura professionale, si ottengono con luce naturale, diffusa da una tenda, con un pannello riflettente da un lato.

Per i prodotti più grandi ovviamente è più complesso come lo è per articoli di alta moda o di lusso e bisogna rivolgersi a uno studio professionale.

Le gabbie di luce possono essere utili ma sono proprio delle… gabbie nel senso che se non si conoscono i principi di una buona fotografia si ottengono spesso foto sovraespose, prive di alcuna plasticità (piatte).

Per foto “fai da te” usate una buona reflex o una buona compatta su cavalletto. Consiglio un mio vecchio ma ancora valido articolo sul soggetto.

7. Velocità di caricamento del sito

Un buon piano di hosting che supporti un alto numero di visite, evitare immagini troppo pesanti, evitare di sovraccaricare il sito di funzionalità ed effetti, un servizio di cache (compressione dei dati del sito). Sono il minimo.

Per progetti più impegnativi potrebbe essere dedicato un server virtuale o addirittura fisico intero. Uno spazio a voi riservato. I costi sono diventati abbastanza accessibili.

Idealmente il tempo di caricamento di una pagina dovrebbe stare sotto i due secondi. Potete controllare la velocità del vostro e-commerce con questo servizio.

8. Facilità dei pagamenti

Pagare deve essere facile e immediato e deve essere chiaro cosa si acquista. Devono essere chiari i prezzi e trasparenti le spese.

Offrite rassicurazioni sulla sicurezza dei pagamenti e sul diritto di rimborso. Questi aspetti si riflettono su tutto il vostro brand non solo sull’efficacia dell’e-commerce.

9. Stato dell’ordine e consegna

Il procedimento dell’ordine deve essere chiaro e scorrevole. Si deve capire subito cosa è stato ordinato, quanto costa, cosa verrà spedito e quando, come rintracciare la spedizione. Disponibilità immediata di assistenza e informazioni.

Quando arriva la merce, chi la spedisce, a chi chiedere informazioni. Come verrà inviata, garanzie di trasporto, resi, velocità di consegna.

10. Recensioni e le storie di successo per l’e-commerce

Recensioni e storie di successo del cliente saranno di aiuto a chi entra nel vostro e-commerce e saranno di sprono a fare il miglior lavoro possibile.

Fate in modo che sia facile lasciare commenti e opinioni. Se i punti da 1 a 9 di cui sopra sono stati fatti bene, se consegnerete quello che promettete nei tempi previsti, saranno prevalentemente positive.

Accenni al lato SEO (ottimizzazione motori di ricerca)

Seguendo tali accorgimenti si è anche sulla buona strada per un corretta ottimizzazione SEO dei contenuti. La SEO ha molto a che vedere infatti con contenuti di qualità e organizzazione.

Aprire un blog all’interno dello shop, dove raccogliere notizie e consigli sul tema è un ulteriore passo da intraprendere dopo quelli citati. Così come attivare una campagna di marketing sul web o perfino su canali tradizionali.

Mettete in atto con cura e impegno i punti da 1 a 10 sopra e il vostro e-commerce avrà successo!

 

 

Scrivi un commento