Realizzazione siti web – uso corretto delle keyword

7 Aprile 2012

In questo articolo:

Me compreso, quando ho iniziato a occuparmi di realizzazione siti web, partivo da questa considerazione: “cosa è necessario far sapere ai miei potenziali clienti?” Da questa domanda scaturiva la creazione di alcune pagine  tipo  “chi sono”, “servizi”, “contatti” e pochissimo altro. In effetti queste pagine rispondevano pienamente alla domanda iniziale. Questo approccio è sbagliato.

Probabilmente anche tu quando hai iniziato a pensare alla realizzazione del tuo sito web sei partito da questa considerazione. Avrai creato quindi una pagina con la storia della tua azienda, una pagina che elenca dei prodotti e servizi con, forse, delle sottopagine, una pagina per i contatti e probabilmente poco altro.

Per quanto apparentemente di buon senso, questo modo di procedere è profondamente sbagliato.

Chiedetevi: “cosa cerca la gente?”

Nel lavoro di realizzazione siti web ci si deve approcciare partendo da un’analisi delle parole chiave. Le parole chiave – Keywords – sono termini o frasi che l’utente inserisce in un motore di ricerca per trovare il servizio, il prodotto o le informazioni di cui ha bisogno.

Ogni volta che creiamo un sito web o un articolo promozionale dovremmo chiederci “cosa cerca la gente?”. Per quanto riguarda la realizzazione di un sito web abbiamo l’enorme vantaggio di disporre di statistiche che ci danno una risposta più che esauriente. Esistono infatti servizi come AdWords che ci informano quante volte è stata usata una determinata parola chiave.

Questo dato è il più importante nella realizzazione di un sito web. Se il vostro sito non è stato realizzato e non viene mantenuto con questo criterio, non avrà neanche lontanamente tutte le visite che potrebbe avere.

Realizzazione siti web – come iniziare

Supponiamo che un fioraio di Milano voglia realizzare un sito web per incrementare le sue vendite. Il modo sbagliato di procedere sarebbe pensare di realizzare una pagina semplicemente per dire alle persone quali fiori vende e come richiederli. Il modo giusto sarebbe invece quello di cercare la parola chiave più usata da chi cerca fiori in rete. Supponiamo che sia “vendita fiori Milano”. Ora siamo al giusto punto di partenza.

La sua pagina iniziale invece che intitolarsi “Chi siamo”, si chiamerà “Vendita fiori a Milano”. Questo è il titolo della pagina, e anche il nome con cui sarà registrato il file. Il testo dovrà, anch’esso, contenere alcune volte questa frase. Inserita in maniera naturale nel testo, sì perché in motori di ricerca sanno individuare un uso artificioso delle parole chiave. Per esempio, nel primo paragrafo potrebbe essere scritto “Rossi Augusto si occupa di vendita fiori a Milano da vent’anni…”

Realizzazione siti web – come procedere

Dopo aver realizzato la pagina iniziale, si torna a cercare un’altra keyword tra le più usate nell’ambito di interesse. Il nostro fioraio trova che la keyword “regalo fiori” è molto usata e saggiamente decide di realizzare una pagina che parla del come e del perché sia bello regalare fiori e la intitolerà “Regala dei fiori”. E così via. Afferrato il concetto? Quali pagine inserisco nel sito? Quelle che rispondono alle domande delle persone! Chiaro, no?

Il punto da capire è che i motori di ricerca restituiscono le pagine più pertinenti alla keyword inserita. Nome del file e titolo della pagina sono i parametri più determinanti ma il contenuto deve essere pertinente perché i motori di ricerca sono “addestrati” a fiutare l’inganno perché costruiscono la loro intera reputazione sul saper trovare la pagina giusta. Inoltre non serve a niente portare una persona su una pagina che non stava cercando. Quindi è inutile mettere un titolo e poi parlare di qualcos’altro.

È naturale che anche il numero delle pagine influisca tremendamente sul fatto di essere trovati. Qui il segreto è duro lavoro o “duri investimenti” per far fare il lavoro a qualcuno in modo che aggiunga pagine costantemente al sito. Uno dei modi più facili e naturali è aprire un blog dove date consigli e informazioni importanti man mano che vi vengono in mente. Comunque, ripeto, più pagine ha un sito e meglio è.

Se dovete realizzare un nuovo sito cogliete l’occasione per farlo nel modo giusto. Se ce l’avete già, rivedetelo, pagina per pagina, una pagina alla volta. Non è necessario che tutte le pagine del sito siano ottimizzate, più lo saranno e meglio è. Non spaventatevi quindi se avete già un sito con molte pagine.

Non è mia intenzione adesso fare un esame completo dell’ottimizzazione per i motori di ricerca. Ci sono altre cose da sapere ma cominciamo dalla più importante che è l’uso corretto delle keyword.

 

Realizzazione siti web – uso corretto delle keyword

Me compreso, quando ho iniziato a occuparmi di realizzazione siti web, partivo da questa considerazione: “cosa è necessario far sapere ai miei potenziali clienti?” Da questa domanda scaturiva la creazione di alcune pagine  tipo  “chi sono”, “servizi”, “contatti” e pochissimo altro. In effetti queste pagine rispondevano pienamente alla domanda iniziale. Questo approccio è sbagliato.

Probabilmente anche tu quando hai iniziato a pensare alla realizzazione del tuo sito web sei partito da questa considerazione. Avrai creato quindi una pagina con la storia della tua azienda, una pagina che elenca dei prodotti e servizi con, forse, delle sottopagine, una pagina per i contatti e probabilmente poco altro.

Per quanto apparentemente di buon senso, questo modo di procedere è profondamente sbagliato.

Chiedetevi: “cosa cerca la gente?”

Nel lavoro di realizzazione siti web ci si deve approcciare partendo da un’analisi delle parole chiave. Le parole chiave – Keywords – sono termini o frasi che l’utente inserisce in un motore di ricerca per trovare il servizio, il prodotto o le informazioni di cui ha bisogno.

Ogni volta che creiamo un sito web o un articolo promozionale dovremmo chiederci “cosa cerca la gente?”. Per quanto riguarda la realizzazione di un sito web abbiamo l’enorme vantaggio di disporre di statistiche che ci danno una risposta più che esauriente. Esistono infatti servizi come AdWords che ci informano quante volte è stata usata una determinata parola chiave.

Questo dato è il più importante nella realizzazione di un sito web. Se il vostro sito non è stato realizzato e non viene mantenuto con questo criterio, non avrà neanche lontanamente tutte le visite che potrebbe avere.

Realizzazione siti web – come iniziare

Supponiamo che un fioraio di Milano voglia realizzare un sito web per incrementare le sue vendite. Il modo sbagliato di procedere sarebbe pensare di realizzare una pagina semplicemente per dire alle persone quali fiori vende e come richiederli. Il modo giusto sarebbe invece quello di cercare la parola chiave più usata da chi cerca fiori in rete. Supponiamo che sia “vendita fiori Milano”. Ora siamo al giusto punto di partenza.

La sua pagina iniziale invece che intitolarsi “Chi siamo”, si chiamerà “Vendita fiori a Milano”. Questo è il titolo della pagina, e anche il nome con cui sarà registrato il file. Il testo dovrà, anch’esso, contenere alcune volte questa frase. Inserita in maniera naturale nel testo, sì perché in motori di ricerca sanno individuare un uso artificioso delle parole chiave. Per esempio, nel primo paragrafo potrebbe essere scritto “Rossi Augusto si occupa di vendita fiori a Milano da vent’anni…”

Realizzazione siti web – come procedere

Dopo aver realizzato la pagina iniziale, si torna a cercare un’altra keyword tra le più usate nell’ambito di interesse. Il nostro fioraio trova che la keyword “regalo fiori” è molto usata e saggiamente decide di realizzare una pagina che parla del come e del perché sia bello regalare fiori e la intitolerà “Regala dei fiori”. E così via. Afferrato il concetto? Quali pagine inserisco nel sito? Quelle che rispondono alle domande delle persone! Chiaro, no?

Il punto da capire è che i motori di ricerca restituiscono le pagine più pertinenti alla keyword inserita. Nome del file e titolo della pagina sono i parametri più determinanti ma il contenuto deve essere pertinente perché i motori di ricerca sono “addestrati” a fiutare l’inganno perché costruiscono la loro intera reputazione sul saper trovare la pagina giusta. Inoltre non serve a niente portare una persona su una pagina che non stava cercando. Quindi è inutile mettere un titolo e poi parlare di qualcos’altro.

È naturale che anche il numero delle pagine influisca tremendamente sul fatto di essere trovati. Qui il segreto è duro lavoro o “duri investimenti” per far fare il lavoro a qualcuno in modo che aggiunga pagine costantemente al sito. Uno dei modi più facili e naturali è aprire un blog dove date consigli e informazioni importanti man mano che vi vengono in mente. Comunque, ripeto, più pagine ha un sito e meglio è.

Se dovete realizzare un nuovo sito cogliete l’occasione per farlo nel modo giusto. Se ce l’avete già, rivedetelo, pagina per pagina, una pagina alla volta. Non è necessario che tutte le pagine del sito siano ottimizzate, più lo saranno e meglio è. Non spaventatevi quindi se avete già un sito con molte pagine.

Non è mia intenzione adesso fare un esame completo dell’ottimizzazione per i motori di ricerca. Ci sono altre cose da sapere ma cominciamo dalla più importante che è l’uso corretto delle keyword.

 

Ricordati di condividere l'articolo se ti è piaciuto:

Sullo stesso argomento:

© Carlo Gislon – Se vuoi usare gli articoli del mio blog cita l’autore (Carlo Gislon) e inserisci un link al mio articolo originale. Fare altrimenti viola le leggi sul copyright e può essere perseguito legalmente. Articoli copiati possono essere facilmente rintracciati.