Pubblicare un libro col Print On Sales

4 settimane fa  •  Di  •  0 Commenti

Quello che per molti era una sogno ora è realtà facilmente alla portata: pubblicare un libro. Cosa è successo in questi anni? È successo che… Print On Sales – la stampa alla vendita.

È una rivoluzione in atto ma che ancora non è stata forse afferrata nel pieno delle sue potenzialità, né dagli autori né dagli editori. Quando lo sarà, l’editoria o il mondo intero, non saranno più gli stessi. È in arrivo uno tsunami, ragazzi.

Mi spiego meglio. Se fino a un po’ di tempo fa volevi pubblicare un libro (romanzo, saggio, fumetti, quello che vuoi), dovevi trovare un editore disposto a valutare il tuo lavoro e a investire per una stampa iniziale di almeno qualche centinaio di copie e affrontare il costo di campagne di promozione e della distribuzione.

Qualche migliaio di euro di spesa iniziale insomma a carico tuo o dell’editore fiducioso. Questo, ora, non è più necessario.

Amazon e l’italiana StreetLib, per citare gli esempi più significativi nel panorama italiano, mettono a disposizione un servizio di Print On Sale che solleva l’autore dal problema di stampare, promuovere e vendere la propria opera.

Il libro viene stampato man mano che viene venduto. Miracoli della stampa digitale e della logistica.

Pubblicare un libro

Cosa fare per pubblicare un libro in Print On Sales?

Teoricamente, per pubblicare il tuo libro, non devi nemmeno uscire dalla porta di casa ma, soprattutto, non devi sborsare una lira a patto, ovviamente, che tu ti impegna a scrivere qualcosa di interessante.

Il processo è questo: 1. Tu scrivi il libro, 2. Amazon o Streelib si accollano i costi di stampa e di distribuzione 3. Provvedono a promuoverlo e a consegnarlo. Carta o ebook. Giusto, dimenticavo, punto 4: tu ricevi la provvigione (royalties).

Soldi anticipati? 0 (zero). Preoccupazioni? 0 (zero).

In più, hai comunque la possibilità di acquistarne copie per i tuoi scopi promozionali o di vendita a un costo di produzione (molto inferiore).

Non voglio suggerire di abbandonare l’editore tradizionale perché potrebbe essere in grado di offrire consulenza e qualità in varie fasi del percorso che i servizi citati non sono in grado di offrire, o non lo sono nella stessa misura.

Il mio suggerimento è di esplorare questa opportunità, il Print On Sales, che tu sia un autore o un editore.

Come molte innovazioni, possono esserci insidie e lati positivi. Può rappresentare una dura mazzata per chi non ne sa sfruttare gli aspetti positivi e adeguarsi al cambiamento, può rappresentare una risorsa per chi decide di evolversi.

La pubblicità del futuro: pubblicare un libro

Le possibilità che si aprono sono infinite anche in ambiti commerciali. Il servizio permette all’azienda di sperimentare il “settore pubblicazioni”, di non fermarsi a una mera e a volte sterile azione pubblicitaria.

Se producessi finestre, per esempio, potresti pubblicare un libro illustrato sul soggetto che ne spieghi le caratteristiche delle varie tipologie e materiali.

Se installassi impianti di allarme, costruissi motori a corrente continua, producessi articoli per il giardinaggio, insomma qualsiasi cosa, hai la possibilità di informare le persone in modo che sappiano distinguere un prodotto di qualità da uno scadente o in modo che sappiano come fare una corretta manutenzione.

Se fossi un consulente aziendale potrei, non solo stampare le tue dispense ma pubblicare un libro impaginato come si deve e venderlo come servizio a sé stante e magari offrirlo in omaggio a chi acquista la tua consulenza.

Ogni settore e ogni singola azienda ha le sue “pubblicazioni”. Possono rappresentare uno strumento per diffondere il proprio brand ma possono costituire perfino un prodotto da vendere a sé stante.

Pensa a tradurlo in inglese per avere un mercato globale, pensa a tradurlo nelle lingue dei tuoi clienti principali (tra l’altro esistono servizi di traduzione abbastanza economici).

Pensa a questa nuova possibilità.

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Scrivi un commento